RICICLI…AMO

Presentazione Progetto e Mostra Etnografica

RICICLI…AMO

 Lucia Ferrari – Psicologa

 Responsabile Area Psico-Socio-Educativa
Gruppo Solacium

 titolo con loghi + solacium

Il Progetto “RICICLI…AMO” ha come protagonisti gli  utenti ospiti delle strutture  socio-sanitarie e riabilitative del Gruppo costituito dall’Associazione Interregionale Vivere Insieme, dalla Medical Sport Center e dall’AIE srl, Gruppo che opera da venticinque anni nei settori dell’assistenza ad elevata integrazione sanitaria ( Residenze sanitarie assistenziali e Case Protette ) e della riabilitazione residenziale, semi-residenziale ed ambulatoriale.

L’iniziativa nasce nell’ambito delle attività psico-socio-educative finalizzate a potenziare e stimolare le capacità dei nostri ospiti, che risultano compromesse da varie patologie, in particolar modo le demenze di tipo Alzheimer.
Le persone anziane in casa, come in struttura, tendono ad essere meno attive ed interessate a ciò che accade attorno a loro. Possono percepire di aver perso un ruolo sociale e si sentono meno importanti.
È fondamentale prestare attenzione al loro vissuto personale, valorizzarle e rassicurarle affinché ritrovino il desiderio di fare, di confrontarsi e di sentirsi parte attiva della comunità.

Il Progetto nasce dal forte desiderio di cercare nuove strategie di coinvolgimento e partecipazione, partendo dalla centralità della persona in ogni aspetto del nostro agire quotidiano, facendo emergere più potenzialità inespresse possibili.

L’anziano può mantenere la sua efficienza psichica se sfrutta le risorse residue e se motivato.

Il tema specifico del Progetto scaturisce dall’idea di combinare due fattori importanti: la creatività ed il riciclo dei materiali, da qui l’idea di avviare esperienze ed iniziative attorno ai temi del riuso e del riciclo, sia dei materiali che delle  conoscenze.

Laboratorio” è nome che rimanda a qualcosa in cui si crea, in cui qualcosa nasce, in cui c’è spazio per le idee nuove e nuova vita. Le attività occupazionali tendono al mantenimento dell’autonomia delle persone con demenza rinforzando l’autostima, dando un senso alla quotidianità e trasformando le abilità residue in potenzialità.
Il tutto fa leva con le risorse personali che ognuno può attivare.

locandina-io-ricicloRiparare, creare, smontare e rimontare oggetti intorno al tavolo, potendo distogliere il pensiero fisso dai problemi di salute, dovendo concentrarsi su un compito pratico, favorisce il clima giusto per relazionarsi con gli altri e scoprire che le nostre esperienze possono essere state vissute anche da altri, con il confronto e lo stimolo che ciò comporta.

In quest’ottica, la particolare attenzione posta al “Non – Spreco“, sia di cose che di Persone, garantisce una maggiore efficacia ed una diversa sensibilità verso questo tipo di tematiche.

Tenendo conto del bagaglio storico, umano e sociale dei ricordi e delle conoscenze degli ospiti delle strutture, il Progetto  confluisce nella realizzazione di una Mostra espositiva dei manufatti realizzati con diversi materiali (carta, vetro, plastica, sughero, legno, stoffa, ecc..) nei laboratori di manualità fine, utili a dimostrare come un “rifiuto” possa trasformarsi in una nuova “risorsa” e di come sia possibile allungare il ciclo di vita di un prodotto oltre la conclusione del suo scopo originario.

 

Gli anziani, al contrario delle nuove generazioni, sono più consapevoli dell’importanza del riciclo, “arte” a loro nota durante la giovinezza. L’iniziativa intende fornire l’opportunità di uno scambio intergenerazionale e restituire alla comunità intera proposte concrete di “Educazione Ambientale“, in una logica di coinvolgimento primario delle Scuole, come fonte preziosa per un futuro ecosostenibile.

Scuole, Comuni e Istituzioni sono le realtà a cui è affidato il ruolo di modificare le abitudini e i comportamenti della cittadinanza in ambito locale su questi temi. Il Progetto si propone di armonizzare e rendere sinergici i diversi interventi svolti da questi differenti attori.

La  Mostra aprirà i laboratori a tutti i cittadini  che potranno così apprendere tecniche e metodi per creare nuovi oggetti, nel totale rispetto dell’ambiente.

Il percorso, articolato nelle tre Sale (Comune, Concerti e Giunta) guiderà il visitatore lungo la vita dei narratori, le cui testimonianze, raccolte negli incontri di gruppo-ascolto, ci riportano all’uso di materiali poveri (dalla cenere conservata per lavare il bucato al sapone fatto in casa) comparando usi e tradizioni legate ai luoghi di provenienza, favorendo l’interazione e lo scambio delle conoscenze.

Una video installazione, che ripercorre le sequenze del riciclo del materiale, durante le attività di laboratorio svolte dagli ospiti, si potrà apprezzare nella Sala Concerti.

La condivisione del Progetto tra le quindici Strutture del Gruppo costituisce un valore aggiunto, nel raggiungimento di un obiettivo comune: il miglioramento della qualità della vita degli ospiti, attraverso il mantenimento della massima autonomia personale e sociale.

 

icona_pdfScarica la brochure

 

 

Rassegna fotografica

Rassegna Video

Video Evento RICICLI…AMO

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Music by: SOLO ACOUSTIC GUITAR by Jason Shaw – Creative Commons  Music promoted by Audio Library
BENSOUND Creative Commons Music promoted by Audio Library

Servizio RAI

Servizio RTC – Calabria

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Servizio CatanzaroTV

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"